Giornata mondiale del diabete 2017 - Associazione Diabetici della Provincia di Reggio Emilia

Vai ai contenuti
Giornata Mondiale del Diabete 2017

Il tema della Giornata Mondiale del Diabete 2017 è
Donne e diabete – il nostro diritto ad avere un futuro più sano.

La campagna promuove l’importanza di un accesso agevolato ed equo, per tutte le donne a rischio, alle medicine, alle tecnologie essenziali, all’educazione all’autocontrollo e alle informazioni che richiedono per ottenere ottimi risultati e rafforzare la loro capacità di prevenire il diabete di tipo 2.

Messaggi chiave
Tutte le donne con il diabete richiedono un accesso, alla cura ed all’educazione, agevolato ed equo per la gestione del loro diabete e migliorare i loro risultati.
Fatti di supporto
• Sono attualmente più di 199 milioni le donne che vivono con diabete. Questo numero è destinato ad arrivare a 313 milioni entro il 2040;
• 2 donne con diabete su 5 sono in età riproduttiva, per un totale di più di 60 milioni nel mondo;
• Il diabete è la nona causa di morte per le donne nel mondo, causando 2.1 milioni di morti ogni anno.
• Le donne con diabete di tipo 2 hanno una probabilità 10 volte superiore di avere malattie coronariche rispetto alle donne in salute.  
• Le donne con diabete di tipo 1 hanno un maggiore rischio di aborto spontaneo o di avere un bambino con malformazioni.

Cosa bisogna fare
• I sistemi sanitari devono prestare un’adeguata attenzione ai bisogni specifici ed alle priorità delle donne;  
• Tutte le donne con diabete dovrebbero avere accesso alle essenziali medicine e tecnologie sul diabete, all’educazione all’autocontrollo e all’informazione di cui hanno bisogno per ottenere risultati ottimali;
• Tutte le donne con diabete dovrebbero avere accesso a servizi di programmazione della gravidanza per ridurne i rischi;
• Tutte le donne e le ragazze dovrebbero praticare attività fisica per migliorare i propri risultati di salute.
Le donne incinta richiedono un migliore accesso a screening, cura ed educazione per raggiungere risultati di salute per la madre e per il bambino.

Fatti a supporto
• 1 nascita su 7  è affetta da diabete gestazionale;
• L’IDF stima che 20.9 milioni o il 16.2% delle nascite nel 2015 hanno una qualche forma di iperglicemia in gravidanza. Circa la metà delle donne con una esperienza di diabete gestazionale sviluppano il diabete di tipo 2 dai cinque ai dieci anni dal parto;
• Metà dei casi di iperglicemia in gravidanza si verificano in donne sotto i 30 anni;
• La maggioranza dei casi di iperglicemia in gravidanza  si sono verificati nei paesi a basso e medio reddito, in cui l’accesso alle cure è spesso limitato.

Cosa bisogna fare
• Le strategie di prevenzione del diabete di Tipo 2 devono focalizzarsi su salute e nutrizione della madre prima e durante la gravidanza, così come sulla nutrizione del bambino;
• Le visite prenatali durante la gravidanza devono essere ottimizzate per la promozione della salute nelle giovani donne e  una diagnosi precoce di diabete e diabete gestazionale;
• Lo screening del diabete e del diabete gestazionale dovrebbe essere integrato ad altri interventi e servizi sanitari per la salute della madre a livello primario per garantire una diagnosi precoce, una migliore assistenza alle donne ed una ridotta mortalità delle madri;
• Gli operatori sanitari devono essere addestrati nell'identificazione, nel trattamento, nella gestione e nel monitoraggio del diabete durante la gravidanza.
Le donne e le ragazze sono agenti chiave nell'adozione di stili di vita sani per migliorare la salute ed il benessere delle generazioni future.

Fatti di supporto
• Fino al 70% dei casi di diabete di tipo 2 possono essere prevenuti attraverso l’adozione di uno stile di vita sano;
• Il 70% delle morti premature tra gli adulti sono in gran parte dovuti a comportamenti iniziati durante l'adolescenza;
• Le donne, come madri, hanno una enorme influenza sullo stato di salute a lungo termine dei propri figli;
• La ricerca ha mostrato che quando le madri ottengono un maggiore controllo delle risorse, danno più attenzione a cibo, salute e nutrizione dei bambini e all’educazione;
• Le donne sono le portatrici delle abitudini alimentari e di vita della famiglia e quindi hanno il potere di guidare la prevenzione dalla famiglia e oltre.

Cosa bisogna fare
• Le donne e le ragazze dovrebbero avere un accesso agevolato ed equo a conoscenza e risorse per rafforzare la loro capacità di prevenire il diabete di tipo 2 nelle loro famiglie e migliorare la salvaguardia della propria salute.
• Promuovere le opportunità di esercizio fisico nelle ragazze adolescenti, in particolare nei paesi sviluppati, deve essere una priorità nella prevenzione del diabete.


Torna ai contenuti